Bitcoin, plusvalenze da tassare per i privati se c'è finalità speculativa

I guadagni dei privati derivanti dalla compravendita di bitcoin non generano redditi imponibili solo se manca la finalità speculativa.



Altrimenti si applica la "normale" imposta sostitutiva del 26% prevista dal Tuir. Per questo motivo la Ctr Veneto (sentenza 1505/2/2021 del 6 dic 2021), accogliendo l'appello delle Entrate, ha dato torto ad un contribuente che chiedeva il rimborso delle imposte pagate in un biennio sostenendo che le operazioni di trading sui bitcoin non generassero capital gain.


Scarica il documento.

Bitcoin plusvalenze da tassare per privati
.pdf
Download PDF • 573KB

0 visualizzazioni